Il consulente in proprietà industriale

Una domanda di marchio, design o brevetto può essere presentata direttamente dal richiedente oppure da un suo rappresentante.

In Italia, il rappresentante, anche chiamato mandatario, deve essere scelto tra gli iscritti all’Ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale, o tra gli avvocati iscritti nei rispettivi albi. L’Ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale è stato istituito con il D.M. 3 aprile 1981 e trasposto nel D.lgs 10 febbraio 2005, n. 30 (art. 201 e seguenti).

Per la rappresentanza a livello europeo è necessario che il consulente sia abilitato anche presso l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) per la registrazione di marchi e design dell’Unione Europea e l’Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO) per la registrazione di brevetti europei.

Ciascuna delle diverse rappresentanze (Italia, Europa, brevetti, marchi, ecc..) richiede il compimento di un tirocinio professionale e il superamento di un esame di abilitazione.

Le attività professionali principali del Consulente in Proprietà Industriale sono:

  • Ricerca e valutazione di eventuali anteriorità
  • Supporto nella definizione dell’ambito di tutela
  • Stesura e deposito domande di brevettazione e di registrazione
  • Sorveglianza dei depositi dei concorrenti
  • Elaborazione di strategie di deposito, estensione all’estero e valorizzazione dei titoli di proprietà industriale
  • Rappresentanza nelle procedure di fronte all’Ufficio Brevetti e Marchi
  • Assistenza in caso di contraffazione
  • Gestione scadenze e rinnovi, sia in Italia che all’Estero

Category:
proprietà industriale
  • Vuoi proteggere la tua idea?

    I nostri professionisti sono a tua disposizione

    Richiedi preventivo